Fotografie
Il governo e gli organi governativi in Inghilterra
Fotografie Regno Unito

L’attuale denominazione di “Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord” risale al 1922 e fece seguito alla creazione dello Stato libero d’Irlanda. Il Regno Unito è una monarchia costituzionale ereditaria. Il sovrano britannico è il capo dello stato, del sistema giudiziario, delle forze armate e delle chiese anglicana e scozzese. L’ordinamento dello stato britannico è basato su documenti parlamentari (tra cui il Parliament Act del 1911 e lo Statuto di Westminster del 1931), su alcuni documenti storici (tra cui la Magna Charta del 1215 e il Bill of Rights del 1689) e sulla Common Law.

Potere esecutivo

Le funzioni esecutive, nominalmente conferite alla Corona, di fatto vengono esercitate da un gabinetto presieduto dal premier, nominato dal sovrano nella persona del leader del partito di maggioranza. Il governo è responsabile del suo operato di fronte al Parlamento.

Potere legislativo

La città di Londra capitale dell'Inghilterra

Il sistema legislativo è basato su un Parlamento composto da due camere. La Camera dei Lord (House of Lords) è attualmente composta da 713 membri (detti Peers, “Pari”) nominati a vita dal sovrano; riguardo alla Camera dei Lord è in corso un processo di riforma, che potrebbe portare alla sua sostituzione con una camera alta elettiva. La Camera dei Comuni (House of Commons) è composta da 646 membri eletti a suffragio universale per un termine di cinque anni. La Camera dei Comuni è presieduta da uno speaker. Hanno diritto al voto tutti i cittadini a partire dai 18 anni di età.

Forze politiche

A partire dalla fine della prima guerra mondiale due partiti dominano la scena politica britannica: il Partito conservatore (Conservative Party) e il Partito laburista (Labour Party). Un’altra importante forza politica nazionale è rappresentata dal Partito liberaldemocratico (Liberal Democrats; liberali). Tra i partiti regionali, un ruolo importante è svolto dal Partito nazionalista scozzese (Scottish National Party) e dal Partito nazionalista gallese (Playd Cymru). In Ulster i maggiori partiti sono il Partito socialdemocratico (Social-Democratic and Labour Party), il Partito unionista dell’Ulster (Ulster Unionist Party), il Partito unionista democratico fondato da Ian Paisley e il Sinn Féin. Encarta
Ricerca personalizzata