Fotografie - Viaggi - Infos

Stati Uniti nei primi anni 2000


Condoleezza Rice
Condoleezza Rice. Encarta

Nel novembre 2004, al termine di un’aspra campagna elettorale condotta soprattutto sui temi della lotta al terrorismo, della sicurezza e dei valori morali, Bush riuscì a aumentare il suo consenso mobilitando massicciamente la destra religiosa e a imporsi sul candidato democratico John Forbes Kerry. Nelle contestuali elezioni legislative, il Partito repubblicano conquistò una solida maggioranza in entrambe le camere del Congresso.

Bush operò un ampio rimpasto nella sua amministrazione. Il posto di segretario di Stato, lasciato libero da Colin Powell subito dopo la conferma di Bush alla presidenza, venne occupato da Condoleezza Rice, già consigliera per la Sicurezza nazionale. Nel “Discorso sullo stato dell’Unione” pronunciato ai primi di febbraio 2005, Bush ribadì il suo impegno nella lotta al terrorismo e per la diffusione della democrazia nel mondo.

Gli elevatissimi costi economici e umani della guerra in Iraq, e i discutibili risultati ottenuti nel paese mediorientale, provocarono un repentino calo della popolarità dell’amministrazione statunitense e in particolare del presidente Bush già pochi mesi dopo la sua rielezione.

A determinare il cambiamento di rotta dell’opinione pubblica statunitense contribuì, nell’agosto 2005, il disastro provocato a New Orleans dal passaggio dell’uragano Katrina. La città, inondata dalle acque del Mississippi in seguito alla rottura degli argini, subì gravissimi danni e centinaia di migliaia di persone furono costrette a evacuare.

I ritardi dei soccorsi provocarono nel paese molte polemiche, che investirono pesantemente il governo centrale. In ottobre l’amministrazione fu coinvolta in un nuovo scandalo; Lewis “Scooter” Libby, strettissimo collaboratore del vicepresidente Dick Cheney, fu infatti accusato di aver svelato il nome di un’agente della CIA per colpirne il marito, un diplomatico contrario all’intervento militare in Iraq. Alle polemiche sul caso Libby, ribattezzato “Ciagate”, si aggiunsero quelle su un programma di intercettazioni telefoniche approvato dal presidente senza informarne l’opinione pubblica e quelle sui trasferimenti segreti e illegali (extraordinary renditions) di prigionieri sospettati di terrorismo in paesi non rispettosi dei diritti umani.

Il “Discorso sullo stato dell’Unione”, pronunciato da Bush alla fine di gennaio 2006, si incentrò nuovamente sulla lotta al terrorismo. Il presidente rivolse un severo ammonimento all’Iran, accusato di celare, dietro la ricerca nucleare civile, gli sforzi per dotarsi dell’arma atomica. In marzo il Congresso rinnovò il Patriot Act, principale pilastro della politica dell’amministrazione e una delle leggi più controverse della storia statunitense. In aprile una sentenza della magistratura costrinse il Pentagono a rivelare i nomi dei sospettati di terrorismo detenuti nella base militare di Guantánamo, tenuti segreti per più di quattro anni. Le elezioni di mid-term di novembre 2006 si risolsero in una sonora sconfitta dei repubblicani, che persero il controllo di entrambe le camere del Congresso.

Il risultato elettorale provocò forti contrasti all’interno dell’amministrazione e le dimissioni del ministro della Difesa Donald Rumsfeld, il principale artefice della strategia antiterrorismo lanciata da Bush all’indomani degli attentati dell’11 settembre 2001. Nel gennaio 2007 il presidente George W. Bush annunciò il rafforzamento del contingente statunitense in Iraq e l’avvio di una nuova strategia volta a favorire la stabilizzazione del paese mediorientale. Pochi mesi dopo Bush respinse la richiesta del Congresso di un piano di ritiro delle truppe dall’Iraq, ottenendo invece l’incremento dei fondi da destinare alla strategia antiterroristica della sua amministrazione. Nel marzo 2008 sono più di 4000 i soldati statunitensi morti in Iraq e i feriti ammontano a decine di migliaia; controverse sono le cifre delle vittime civili irachene, che secondo alcune agenzie sarebbero più di 600.000. "Stati Uniti," Origine : Emmanuel Buchot e Encarta.

Foto dei paesi europei da visitare

Immagini Turchia

Turchia

Foto Informazioni

Austria

Austria

Foto Informazioni

Foto di Polonia

Foto di Polonia

Foto Informazioni

Repubblica Ceca

Repubblica Ceca

Foto Informazioni

immagini Ungheria

immagini Ungheria

Foto Informazioni

immagini Spagna

Immagini Spagna

Foto Informazioni

Immagini della Scozia

Immagini Scozia

Foto Informazioni

Foto di Croazia

Croazia

Foto Informazioni

Foto Germania

Foto Germania

Foto Informazioni

Foto di Portogallo

Portogallo

Foto Informazioni

Immagini di Italia

Immagini di Italia

Foto Informazioni

Immagini d'Europa

Immagini d'Europa

Foto Informazioni

Immagini di Grecia

Foto di Grecia

Foto Informazioni

Immagini dell'Inghilterra

Inghilterra

Foto Informazioni

Foto di Svezia

Foto di Svezia

Foto Informazioni

Immagini Olanda

Immagini Olanda

Foto Informazioni

Immagini di Francia

Immagini di Francia

Foto Informazioni

Immagini dalla Slovenia

Foto dalla Slovenia

Foto Informazioni

Immagini della Danimarca

Danimarca

Foto Informazioni

Immagini di Iceland

Immagini di Iceland

Foto Informazioni

Foto di Asia da visitare

Immagini di India

Immagini di India

Foto Informazioni

Immagini Vietnam

Foto Vietnam

Foto Informazioni

Immagini della Cina

Immagini della Cina

Foto Informazioni

Immagini Hong Kong

Immagini Hong Kong

Foto Informazioni

Immagini Corea del Sud

Corea del Sud

Foto Informazioni

Foto di Cambogia

Foto di Cambogia

Foto Informazioni

Immagini del Giappone

Foto del Giappone

Photos Informazioni

Foto di Thailandia

Foto di Thailandia

Foto Informazioni

Immagini Taiwan

Immagini Taiwan

Foto Informazioni

Foto di Paese americano a visitare

Foto Stati Uniti

Foto Stati Uniti

Foto Informazioni

informazioni Sito web