Fotografie - Viaggi - Infos

Serbia nei primi anni 2000


Vojislav Kostunica
Vojislav Kostunica

La decisione del governo serbo portò alla luce la debolezza del ruolo della presidenza federale e causò la crisi della coalizione democratica. A emarginare ulteriormente Kostunica fu anche la ripresa del contrasto federale con il Montenegro. Nel marzo 2002 i rappresentanti delle repubbliche di Serbia e Montenegro, affiancati dalla diplomazia europea, sottoscrissero un accordo che prevedeva una nuova unione di tipo confederale chiamata “Serbia e Montenegro”. Ratificato nel febbraio 2003, l’accordo prevedeva, trascorsi tre anni, la possibilità di accedere all’indipendenza attraverso un referendum.

La Serbia, sempre più debole e isolata, scivolò in un nuovo periodo di instabilità e violenza. Caddero infatti, sotto i colpi di ignoti sicari, diversi esponenti del mondo politico-istituzionale, dell’esercito e del sottobosco affaristico-criminale che aveva prosperato durante la guerra civile; tra questi, Zeljko Raznatović, meglio conosciuto con il nome di Arkan, capo delle “Tigri”, una delle più potenti e sanguinarie milizie paramilitari serbe attive nella guerra in Bosnia-Erzegovina. Nell’autunno del 2002 i due principali partiti democratici si presentarono separati nella corsa alla presidenza serba, e dopo il primo turno il partito di Djindjić, di fronte alla sconfitta del suo candidato, disertò le elezioni; tra ottobre e dicembre si tennero due diversi turni elettorali, ma in nessuno dei due fu raggiunto il quorum del 50% previsto dalla legge.

Nel 2003 si intensificò la lotta tra poteri e apparati nuovi e vecchi. Alla fine di gennaio, sottoposti a fortissime pressioni, si consegnarono al Tribunale penale internazionale dell’Aia due esponenti di primissimo piano del passato regime iugoslavo: Vojislav Sešelj, leader del nazionalismo serbo più estremo e capo del Partito radicale serbo, e Milan Milutinović, ex presidente della repubblica serba.

La risposta dei vecchi apparati non si fece attendere; il 12 marzo, il primo ministro Zoran Djindjić venne raggiunto da diversi colpi d’arma da fuoco davanti alla sede del governo, morendo poche ore dopo. Nelle settimane che seguirono, con il paese in stato d’assedio, furono arrestati più di mille esponenti del mondo politico, della polizia, dell’esercito e dei servizi segreti legati al passato regime. Nel contempo venne lanciata una campagna di epurazione, congedando molti funzionari dello stato e della magistratura.

La profonde divisioni politiche e la sfiducia verso il nuovo regime si rifletterono sulle elezioni legislative anticipate del 28 dicembre 2003. Caratterizzate da un elevato astensionismo, le elezioni assegnarono la vittoria al Partito radicale serbo di Vojislav Sešelj. Dopo difficili consultazioni, venne formato un governo di minoranza guidato da Vojislav Kostunica. Il Partito radicale serbo ottenne un nuovo sorprendente risultato nelle elezioni presidenziali serbe del giugno 2004, quando il suo candidato, vinto il primo turno, raccolse il 45% dei voti al secondo turno, nel quale tuttavia si affermò, grazie a una ritrovata unità dei partiti democratici e moderati, il candidato del Partito democratico Boris Tadić.

Nel marzo del 2004 riesplose la tensione in Kosovo. Gli scontri, che ebbero per epicentro la città di Mitrovica, provocarono in pochi giorni una quarantina di morti (in gran parte serbi) e più di seicento feriti, tra cui una sessantina di soldati della forza multinazionale della NATO, oltre alla distruzione di una trentina di chiese ortodosse e di una decina di villaggi serbi. Nelle elezioni legislative kosovare dell’ottobre 2004 si affermò la Lega democratica del Kosovo (45,4%), seguita dal Partito democratico (28,9%), legato all’UÇK. Alle elezioni non partecipò tuttavia, in segno di protesta, la minoranza serba. "Croazia," Origine : Emmanuel Buchot e Encarta.

Foto dei paesi europei da visitare

Immagini Turchia

Turchia

Foto Informazioni

Austria

Austria

Foto Informazioni

Foto di Polonia

Foto di Polonia

Foto Informazioni

Repubblica Ceca

Repubblica Ceca

Foto Informazioni

immagini Ungheria

immagini Ungheria

Foto Informazioni

immagini Spagna

Immagini Spagna

Foto Informazioni

Immagini della Scozia

Immagini Scozia

Foto Informazioni

Foto di Croazia

Croazia

Foto Informazioni

Foto Germania

Foto Germania

Foto Informazioni

Foto di Portogallo

Portogallo

Foto Informazioni

Immagini di Italia

Immagini di Italia

Foto Informazioni

Immagini d'Europa

Immagini d'Europa

Foto Informazioni

Immagini di Grecia

Foto di Grecia

Foto Informazioni

Immagini dell'Inghilterra

Inghilterra

Foto Informazioni

Foto di Svezia

Foto di Svezia

Foto Informazioni

Immagini Olanda

Immagini Olanda

Foto Informazioni

Immagini di Francia

Immagini di Francia

Foto Informazioni

Immagini dalla Slovenia

Foto dalla Slovenia

Foto Informazioni

Immagini della Danimarca

Danimarca

Foto Informazioni

Immagini di Iceland

Immagini di Iceland

Foto Informazioni

Foto di Asia da visitare

Immagini di India

Immagini di India

Foto Informazioni

Immagini Vietnam

Foto Vietnam

Foto Informazioni

Immagini della Cina

Immagini della Cina

Foto Informazioni

Immagini Hong Kong

Immagini Hong Kong

Foto Informazioni

Immagini Corea del Sud

Corea del Sud

Foto Informazioni

Foto di Cambogia

Foto di Cambogia

Foto Informazioni

Immagini del Giappone

Foto del Giappone

Photos Informazioni

Foto di Thailandia

Foto di Thailandia

Foto Informazioni

Immagini Taiwan

Immagini Taiwan

Foto Informazioni

Foto di Paese americano a visitare

Foto Stati Uniti

Foto Stati Uniti

Foto Informazioni

informazioni Sito web