Fotografie - Viaggi - Infos

Francia negli anni 1970


Centre Pompidou, Parigi
Centre Pompidou, Parigi. Encarta

A De Gaulle succedette Georges Pompidou, primo ministro dal 1962 al 1968. In politica estera egli proseguì la politica gollista di indipendenza dalle due superpotenze, pur essendo più conciliante del suo predecessore. Abbandonò infatti l’opposizione all’ingresso della Gran Bretagna nella Comunità Europea (oggi Unione Europea), e coinvolse maggiormente l’Assemblea nazionale nella formulazione delle politiche.

Nel 1973 l’economia francese fu duramente colpita dalla crisi petrolifera mondiale: i risultati furono un improvviso rallentamento nella produzione industriale, la crescita della disoccupazione e dell’inflazione.

Pompidou morì nell’aprile del 1974. Alle elezioni per il nuovo presidente parteciparono una dozzina di candidati. Per contrastare il candidato socialista François Mitterrand, sostenuto anche dal Partito comunista, che al primo turno aveva ottenuto la maggioranza relativa dei suffragi, i partiti di centro e di destra si raccolsero intorno al candidato repubblicano indipendente, Valéry Giscard d’Estaing, che al secondo turno fu eletto presidente con una maggioranza molto ristretta. Il suo intento di formare un governo di ampia coalizione di centro non riuscì e l’acuirsi della recessione impedì l’adozione di nuovi programmi di politica sociale. Nel 1975 l’indice della produzione industriale diminuì per la prima volta dal 1945 e il numero dei disoccupati aumentò notevolmente rispetto al 1974.

Nell’agosto del 1976 Giscard nominò un nuovo primo ministro, Raymond Barre, un economista non legato ad alcun partito, per affrontare la crisi economica. Questi intraprese una brusca liberalizzazione dell’economia, ponendo fine a tre secoli di dirigismo statale. Il controllo dei prezzi venne gradualmente eliminato. Nell’assegnazione del sostegno finanziario alle imprese fu introdotto un criterio di efficienza e di competitività, per incentivare la modernizzazione. Per far fronte al problema energetico fu avviata la costruzione di centrali nucleari, ma il continuo rincaro del prezzo del petrolio finì per sconvolgere le previsioni di Barre. Gli investimenti privati non crebbero, il commercio estero non subì incrementi e i livelli di inflazione e di disoccupazione rimasero elevati. "Francia" © , Encarta, Wikipedia

Foto dei paesi europei da visitare

Immagini Turchia

Turchia

Foto Informazioni

Austria

Austria

Foto Informazioni

Foto di Polonia

Foto di Polonia

Foto Informazioni

Repubblica Ceca

Repubblica Ceca

Foto Informazioni

immagini Ungheria

immagini Ungheria

Foto Informazioni

immagini Spagna

Immagini Spagna

Foto Informazioni

Immagini della Scozia

Immagini Scozia

Foto Informazioni

Foto di Croazia

Croazia

Foto Informazioni

Foto Germania

Foto Germania

Foto Informazioni

Foto di Portogallo

Portogallo

Foto Informazioni

Immagini di Italia

Immagini di Italia

Foto Informazioni

Immagini d'Europa

Immagini d'Europa

Foto Informazioni

Immagini di Grecia

Foto di Grecia

Foto Informazioni

Immagini dell'Inghilterra

Inghilterra

Foto Informazioni

Foto di Svezia

Foto di Svezia

Foto Informazioni

Immagini Olanda

Immagini Olanda

Foto Informazioni

Immagini di Francia

Immagini di Francia

Foto Informazioni

Immagini dalla Slovenia

Foto dalla Slovenia

Foto Informazioni

Immagini della Danimarca

Danimarca

Foto Informazioni

Immagini di Iceland

Immagini di Iceland

Foto Informazioni

Foto di Asia da visitare

Immagini di India

Immagini di India

Foto Informazioni

Immagini Vietnam

Foto Vietnam

Foto Informazioni

Immagini della Cina

Immagini della Cina

Foto Informazioni

Immagini Hong Kong

Immagini Hong Kong

Foto Informazioni

Immagini Corea del Sud

Corea del Sud

Foto Informazioni

Foto di Cambogia

Foto di Cambogia

Foto Informazioni

Immagini del Giappone

Foto del Giappone

Photos Informazioni

Foto di Thailandia

Foto di Thailandia

Foto Informazioni

Immagini Taiwan

Immagini Taiwan

Foto Informazioni

Foto di Paese americano a visitare

Foto Stati Uniti

Foto Stati Uniti

Foto Informazioni

informazioni Sito web