Fotografie - Viaggi - Infos

Mao Zedong


Guardie Rosse
Guardie Rosse. Encarta

Le divergenze tra Mao e il partito dei moderati pragmatisti si intensificarono. Nel 1959, sostituito dal moderato Liu Shaoqi nella carica di capo dello stato, Mao conservò quella di presidente del partito. Il suo carisma ebbe però a soffrire del fallimento totale del Grande balzo in avanti da lui ideato e fortemente voluto. La divergenza si trasformò in aperto contrasto nel 1966 quando Mao, sua moglie Jang Qing e altri suoi stretti collaboratori lanciarono lo slogan della “grande rivoluzione culturale proletaria“ intesa a recuperare lo zelo rivoluzionario del primo comunismo cinese, per contrapporlo all’imborghesimento dei quadri di governo e dell’apparato burocratico del partito.

Al centro dell’offensiva maoista vi furono le cosiddette Guardie Rosse che, alla testa di giovani lavoratori, contadini, soldati, invasero le strade, chiusero le scuole e gli uffici, criticando ogni forma di autorità istituita.

La rivoluzione culturale colpì prima gli intellettuali, i burocrati, i funzionari di partito, per estendersi in seguito al mondo del lavoro. Centinaia di migliaia di persone vennero fatte oggetto di umiliazioni e violenze pubbliche e spesso costrette a lavori fisici abbrutenti. La struttura del partito fu annientata, e molti suoi alti funzionari (tra i quali il capo dello stato Liu Shaoqi e il segretario generale del partito Deng Xiaoping) vennero rimossi dai loro incarichi ed espulsi.

Nel biennio 1967-68 le lotte sanguinose tra maoisti e antimaoisti provocarono migliaia di vittime. Per porre fine al violento conflitto, l’esercito assunse poteri politici straordinari e disarmò le Guardie Rosse, disperdendole in aree remote per la “rieducazione”.

Nel contempo si era intensificato lo scontro ideologico tra Cina e URSS, raggiungendo il culmine con le accuse di imperialismo mosse ai leader sovietici dopo l’invasione della Cecoslovacchia. Nel 1969, lungo il confine sul fiume Ussuri, in Manciuria, tra le truppe cinesi e quelle sovietiche si ebbero ripetuti scontri a fuoco, che aggravarono le tensioni tra i due paesi.

Gli ultimi anni di Mao


Alla luce di questi eventi il IX Congresso del Partito comunista, tenuto nell’aprile del 1969, cercò di riportare ordine nella situazione interna, componendo la lotta di potere in corso da tempo ai vertici dello stato. Mao fu rieletto presidente del partito e il ministro della Difesa, Lin Piao (scelto personalmente da Mao), venne indicato quale suo successore. Alcuni posti-chiave, tuttavia, vennero affidati a esponenti moderati, fautori di politiche pragmatiche, come il primo ministro Zhou Enlai (unico vero antagonista di Mao per carisma personale e potere). Un episodio clamoroso di queste poco decifrabili lotte intestine si ebbe nel 1971, quando Lin Piao morì vittima di un misterioso incidente aereo mentre, apparentemente, tentava la fuga dal paese. La preminenza politica di Zhou Enlai apparve sempre più evidente; nel 1973 questi affidò la carica di vice primo ministro a Deng Xiaoping, vittima ormai riabilitata della rivoluzione culturale. Mao lanciò un nuovo appello diretto alle masse (1973-74) a difesa delle acquisizioni egualitarie della rivoluzione comunista e contro il “burocraticismo di partito”. Il radicalismo di Mao ebbe ancora modo di esprimersi nella nuova Costituzione adottata dal IV Congresso nazionale del popolo, nel gennaio del 1975.

Nonostante la grave situazione interna, le relazioni internazionali della Cina migliorarono sensibilmente. Nel 1971 venne ammessa alle Nazioni Unite (ONU), subentrando alla Repubblica Cinese (Taiwan) e ottenendo un seggio permanente nel Consiglio di Sicurezza. Nel 1972 il presidente americano Richard Nixon si recò in visita ufficiale a Pechino, aprendo così la strada a normali relazioni diplomatiche tra le due potenze (1973); quelle con il Giappone furono riprese nello stesso 1972. "Cina" © , Encarta, Wikipedia

Foto dei paesi europei da visitare

Immagini Turchia

Turchia

Foto Informazioni

Austria

Austria

Foto Informazioni

Foto di Polonia

Foto di Polonia

Foto Informazioni

Repubblica Ceca

Repubblica Ceca

Foto Informazioni

immagini Ungheria

immagini Ungheria

Foto Informazioni

immagini Spagna

Immagini Spagna

Foto Informazioni

Immagini della Scozia

Immagini Scozia

Foto Informazioni

Foto di Croazia

Croazia

Foto Informazioni

Foto Germania

Foto Germania

Foto Informazioni

Foto di Portogallo

Portogallo

Foto Informazioni

Immagini di Italia

Immagini di Italia

Foto Informazioni

Immagini d'Europa

Immagini d'Europa

Foto Informazioni

Immagini di Grecia

Foto di Grecia

Foto Informazioni

Immagini dell'Inghilterra

Inghilterra

Foto Informazioni

Foto di Svezia

Foto di Svezia

Foto Informazioni

Immagini Olanda

Immagini Olanda

Foto Informazioni

Immagini di Francia

Immagini di Francia

Foto Informazioni

Immagini dalla Slovenia

Foto dalla Slovenia

Foto Informazioni

Immagini della Danimarca

Danimarca

Foto Informazioni

Immagini di Iceland

Immagini di Iceland

Foto Informazioni

Foto di Asia da visitare

Immagini di India

Immagini di India

Foto Informazioni

Immagini Vietnam

Foto Vietnam

Foto Informazioni

Immagini della Cina

Immagini della Cina

Foto Informazioni

Immagini Hong Kong

Immagini Hong Kong

Foto Informazioni

Immagini Corea del Sud

Corea del Sud

Foto Informazioni

Foto di Cambogia

Foto di Cambogia

Foto Informazioni

Immagini del Giappone

Foto del Giappone

Photos Informazioni

Foto di Thailandia

Foto di Thailandia

Foto Informazioni

Immagini Taiwan

Immagini Taiwan

Foto Informazioni

Foto di Paese americano a visitare

Foto Stati Uniti

Foto Stati Uniti

Foto Informazioni

informazioni Sito web