Fotografie - Viaggi - Infos

Francia negli anni 2000


Nicolas Sarkozy in Francia
Nicolas Sarkozy in Francia

Agli inizi del 2003 la Francia si oppose alla “guerra preventiva” lanciata dagli Stati Uniti e dalla Gran Bretagna contro l’Iraq di Saddam Hussein. Dopo aver contrastato la strategia di Washington in seno alle Nazioni Unite, il governo di Parigi pose il veto sull’impiego di forze NATO per proteggere la Turchia nel caso di uno sconfinamento del conflitto. In polemica con la decisione di George W. Bush e Tony Blair di attaccare l’Iraq senza l’avallo dell’ONU, la Francia si rifiutò di fornire le proprie truppe, confermando la sua decisione anche in seguito alla risoluzione che le Nazioni Unite approvarono nel giugno 2004, che stabiliva il trasferimento di parte della sovranità a un governo provvisorio iracheno.

Sul fronte interno, il governo francese avviò un risoluto processo di riforme neoliberiste (in materia di pensioni, sanità, imposte, istruzione, ricerca ecc.) che suscitò forti malcontenti. Particolarmente clamorosa fu la protesta dei lavoratori interinali dello spettacolo, che provocò l’annullamento di diversi festival. Nel gennaio 2004 il governo approvò, tra molte polemiche, una “legge sulla laicità”, che vietava i simboli religiosi, tra cui il velo islamico, nelle scuole. Le elezioni amministrative di marzo registrarono la secca sconfitta dei partiti di governo e l’ampia affermazione dei partiti di sinistra, che conquistarono 13 regioni (arrivando a controllarne 20 su 22) e, per la prima volta dalla loro costituzione nel 1790, la maggioranza dei dipartimenti. Il primo ministro Raffarin, presentatosi dimissionario, ricevette l’incarico di formare un nuovo governo. Nel gennaio 2005, con lo sciopero dei dipendenti pubblici, si aprì una fase di accese proteste contro le politiche governative. In maggio, in seguito al risultato del referendum sulla proposta di Costituzione europea, respinta da una maggioranza del 55% dei votanti, il primo ministro rassegnò definitivamente le dimissioni e venne sostituito alla guida del governo da Dominique de Villepin.

Un nuovo sciopero fermò la Francia in ottobre; nello stesso mese esplosero le banlieues (sobborghi) di Parigi e di molte altre città del paese. Provocata dal disagio dei giovani delle periferie urbane, figli di immigrati o delle famiglie francesi maggiormente colpite dalla disoccupazione e dalla crisi economica, la violenta rivolta durò più di due settimane, accompagnandosi ogni notte a una rituale distruzione di centinaia di autovetture, e si fermò solo grazie all’intervento di migliaia di agenti e al ricorso a severissime misure tra cui il coprifuoco.

La rivolta, che conquistò le prime pagine dei giornali di tutto il mondo, portò nel contempo alla luce l’aspra lotta per la successione a Chirac che opponeva De Villepin al potente ministro degli Interni Nicolas Sarkozy.

Dopo la rivolta delle banlieues, nel marzo 2006 esplose la protesta degli studenti e dei sindacati contro una nuova legge di regolamentazione del mercato del lavoro, il Contratto di primo impiego, in base al quale per i giovani fino a 26 anni il periodo di prova era esteso fino a due anni. Dopo un lungo braccio di ferro che vide scendere in piazza milioni di persone, il governo fu costretto ad annunciare la modifica del provvedimento.

Nicolas Sarkozi


Nicolas Sarkozy, candidato dell’Unione per un movimento popolare (UMP), si aggiudica le elezioni presidenziali con il 53% dei voti battendo la canditata del Partito socialista Ségolène Royal. Nelle successive elezioni legislative di giugno la destra francese conquista la maggioranza dei seggi dell’Assemblea nazionale, ottenendo tuttavia un risultato molto al disotto delle aspettative. La coalizione che sostiene il presidente conquista infatti 348 seggi, perdendone 39 rispetto alla precedente Assemblea. Nel secondo turno il Partito socialista compie una grande rimonta, riuscendo a smentire le catastrofiche previsioni della vigilia e ad aggiudicarsi 186 seggi, guadagnandone 45 rispetto alle precedenti elezioni. Il Partito comunista ottiene 15 seggi (-6), mentre non riesce a entrare nel Parlamento francese il Fronte nazionale di Jean-Marie Le Pen.

Le elezioni amministrative del marzo 2008 si concludono con la sconfitta del partito di governo e l’affermazione delle sinistre, che conquistano la maggioranza dei dipartimenti e tutte le principali città, tranne Marsiglia. Forti del successo di Chirac, i gollisti si presentarono compatti alle elezioni legislative di giugno sotto le insegne di una coalizione, l’Unione per la maggioranza. "Francia" © , Encarta, Wikipedia

Foto dei paesi europei da visitare

Immagini Turchia

Turchia

Foto Informazioni

Austria

Austria

Foto Informazioni

Foto di Polonia

Foto di Polonia

Foto Informazioni

Repubblica Ceca

Repubblica Ceca

Foto Informazioni

immagini Ungheria

immagini Ungheria

Foto Informazioni

immagini Spagna

Immagini Spagna

Foto Informazioni

Immagini della Scozia

Immagini Scozia

Foto Informazioni

Foto di Croazia

Croazia

Foto Informazioni

Foto Germania

Foto Germania

Foto Informazioni

Foto di Portogallo

Portogallo

Foto Informazioni

Immagini di Italia

Immagini di Italia

Foto Informazioni

Immagini d'Europa

Immagini d'Europa

Foto Informazioni

Immagini di Grecia

Foto di Grecia

Foto Informazioni

Immagini dell'Inghilterra

Inghilterra

Foto Informazioni

Foto di Svezia

Foto di Svezia

Foto Informazioni

Immagini Olanda

Immagini Olanda

Foto Informazioni

Immagini di Francia

Immagini di Francia

Foto Informazioni

Immagini dalla Slovenia

Foto dalla Slovenia

Foto Informazioni

Immagini della Danimarca

Danimarca

Foto Informazioni

Immagini di Iceland

Immagini di Iceland

Foto Informazioni

Foto di Asia da visitare

Immagini di India

Immagini di India

Foto Informazioni

Immagini Vietnam

Foto Vietnam

Foto Informazioni

Immagini della Cina

Immagini della Cina

Foto Informazioni

Immagini Hong Kong

Immagini Hong Kong

Foto Informazioni

Immagini Corea del Sud

Corea del Sud

Foto Informazioni

Foto di Cambogia

Foto di Cambogia

Foto Informazioni

Immagini del Giappone

Foto del Giappone

Photos Informazioni

Foto di Thailandia

Foto di Thailandia

Foto Informazioni

Immagini Taiwan

Immagini Taiwan

Foto Informazioni

Foto di Paese americano a visitare

Foto Stati Uniti

Foto Stati Uniti

Foto Informazioni

informazioni Sito web