Fotografie - Viaggi - Infos

L'Italia nel Medioevo


Abbazia di Pomposa, Ferrara
Abbazia di Pomposa, Ferrara

L’identità culturale romana, consolidata e trasformata dal cristianesimo, durò ben oltre il limite cronologico dell’impero romano finendo col condizionare le stesse dominazioni barbariche, allorché, tra il IV e il V secolo, queste assunsero il carattere di immigrazioni permanenti: gli ostrogoti furono i primi invasori a insediarsi in Italia (intorno al 490), contrastati dall’imperatore di Bisanzio, Giustiniano, che cercò di ricostituire l’antico impero romano, lanciandosi alla riconquista delle terre perdute d’Occidente.

Giustiniano morì nel 565; tre anni dopo l’Italia subì l’invasione dei longobardi, che devastarono dapprima l’Italia settentrionale, poi l’Umbria e la Toscana. Suddivisi in bande armate, sconfissero facilmente le deboli forze bizantine ancora presenti nella penisola, fino a che non stipularono con Bisanzio, nel 603, un trattato di pace che suddivideva l’Italia in due zone: la cosiddetta Romania (Calabria, Puglia, Sicilia, Sardegna, Corsica, Roma e il suo territorio, Ravenna e il nord delle Marche) sotto il controllo dell’impero bizantino d’Oriente; la Longobardia, che comprendeva il resto dell’Italia. I longobardi riuscirono successivamente a strappare ai bizantini il controllo del litorale adriatico (Esarcato di Ravenna e Pentapoli marittima) e di gran parte dell’Italia meridionale. La dominazione longobarda configurò un vasto regno italiano che ebbe Pavia come capitale.

I longobardi, come quasi tutti i germani, erano di religione ariana, temevano la potenza della Chiesa cattolica, che attraverso le istituzioni del monachesimo e l’organizzazione ecclesiastica incentrata sulla figura dei vescovi giocava un fondamentale ruolo economico e culturale, così da essere un punto di riferimento essenziale in un’epoca di crisi complessiva. L’accordo dei longobardi con la Chiesa, prima, e la conversione al cristianesimo, poi, rappresentarono due momenti significativi nel processo di assimilazione tra etnie e storie tanto divergenti: di questo processo fu artefice la chiesa di Roma, in particolare papa Gregorio Magno, a dimostrazione del prestigio del cristianesimo, divenuto una grande forza politica e spirituale.

Nel 754 i franchi, guidati dal re Pipino, scesero in Italia chiamati dal papa e cacciarono i longobardi da Ravenna e dal territorio circostante (Esarcato e Pentapoli), che consegnarono al pontefice come “patrimonio di san Pietro”. Si formava così l’embrione del futuro Stato della Chiesa.

Il dominio longobardo fu annesso al regno dei franchi, con l’eccezione dei ducati di Spoleto e di Benevento, mentre Bisanzio conservava le isole, la Calabria e una parte della Puglia. Per oltre un secolo (774-888) l’Italia fu inserita nel sistema imperiale carolingio, trasformato nel primo impero cristiano della storia, ma ben presto minato da una serie di debolezze interne (la formazione di poteri signorili ancorati ad ambiti locali e basati sul possesso di estesi beni fondiari, la pratica della divisione in regni minori) ed esterne (le incursioni e le invasioni di normanni, ungari e saraceni, e l’islamizzazione del Mediterraneo). Dopo le alterne vicende della crisi postcarolingia, l’impero si riorganizzò con Ottone I di Sassonia, che nel 962 fu incoronato imperatore dal papa e messo a capo di un territorio esteso dalla Germania all’Italia centrosettentrionale. Ottone fu re d’Italia e in tale veste strinse i legami con la Germania, intervenne nella vita interna della Chiesa di Roma e costruì un tessuto di legami feudali, che frenò lo strapotere degli ecclesiastici.

Nello stesso tempo nel Sud d’Italia si verificava l’espansione degli arabi, che si stabilirono in Sicilia, divenuta base per le incursioni nel Mediterraneo dei pirati saraceni, per secoli autentico flagello delle popolazioni rivierasche, e un nuovo popolo entrava a fare parte della storia d’Italia, dopo che già si era imposto in Europa: i normanni, discendenti dei vichinghi, eccezionali navigatori che si erano stanziati nella regione francese della Normandia e si erano convertiti al cristianesimo. Strappata agli arabi la Sicilia e inseritisi nei conflitti tra longobardi e bizantini, i normanni fondarono con Ruggero II (1130) un regno comprendente tutto il Mezzogiorno. "Italia," Origine : Emmanuel Buchot e Encarta.

Foto dei paesi europei da visitare

Immagini Turchia

Turchia

Foto Informazioni

Austria

Austria

Foto Informazioni

Foto di Polonia

Foto di Polonia

Foto Informazioni

Repubblica Ceca

Repubblica Ceca

Foto Informazioni

immagini Ungheria

immagini Ungheria

Foto Informazioni

immagini Spagna

Immagini Spagna

Foto Informazioni

Immagini della Scozia

Immagini Scozia

Foto Informazioni

Foto di Croazia

Croazia

Foto Informazioni

Foto Germania

Foto Germania

Foto Informazioni

Foto di Portogallo

Portogallo

Foto Informazioni

Immagini di Italia

Immagini di Italia

Foto Informazioni

Immagini d'Europa

Immagini d'Europa

Foto Informazioni

Immagini di Grecia

Foto di Grecia

Foto Informazioni

Immagini dell'Inghilterra

Inghilterra

Foto Informazioni

Foto di Svezia

Foto di Svezia

Foto Informazioni

Immagini Olanda

Immagini Olanda

Foto Informazioni

Immagini di Francia

Immagini di Francia

Foto Informazioni

Immagini dalla Slovenia

Foto dalla Slovenia

Foto Informazioni

Immagini della Danimarca

Danimarca

Foto Informazioni

Immagini di Iceland

Immagini di Iceland

Foto Informazioni

Foto di Asia da visitare

Immagini di India

Immagini di India

Foto Informazioni

Immagini Vietnam

Foto Vietnam

Foto Informazioni

Immagini della Cina

Immagini della Cina

Foto Informazioni

Immagini Hong Kong

Immagini Hong Kong

Foto Informazioni

Immagini Corea del Sud

Corea del Sud

Foto Informazioni

Foto di Cambogia

Foto di Cambogia

Foto Informazioni

Immagini del Giappone

Foto del Giappone

Photos Informazioni

Foto di Thailandia

Foto di Thailandia

Foto Informazioni

Immagini Taiwan

Immagini Taiwan

Foto Informazioni

Foto di Paese americano a visitare

Foto Stati Uniti

Foto Stati Uniti

Foto Informazioni

informazioni Sito web