Fotografie per taccuino fotografico
L'economia austriaca
Immagini Austria

L’economia austriaca si è sempre basata sull’equilibrio tra imprese pubbliche e private. Tuttavia le industrie di base – metallurgiche, minerarie, petrolifere e chimiche – e i principali istituti di credito, sono stati nazionalizzati a partire dal 1946.

Un programma di privatizzazione è iniziato negli anni Novanta e nell’arco di un quinquennio solo poche imprese, tra cui il servizio postale, parte del sistema bancario e delle telecomunicazioni, sono rimaste di proprietà pubblica.

Nel 2006 il prodotto interno lordo ammontava a 322.001 milioni di dollari USA, pari a un PIL pro capite di 38.884,80 dollari. Secondo i dati Eurostat, nel 2003 il tasso di disoccupazione del paese era pari al 4,3%.

L’agricoltura è un’attività molto produttiva, nonostante soltanto il 17,6% della superficie territoriale sia coltivato. Nel 2005 le attività agricole impiegavano il 6% della popolazione attiva, fornendo l’1,7% del PIL.

La pianura danubiana è occupata da colture cerealicole, frutticole e vitivinicole; i prodotti principali sono la barbabietola da zucchero e la patata. Nelle regioni alpine è praticato l’allevamento di bovini (2.002.143 capi nel 2006). Florido è inoltre l’allevamento di suini (3.160.382 capi nel 2006) e di volatili (15,1 milioni di capi nel 2006).

"Austria," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2009
http://it.encarta.msn.com © 1997-2009 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Stazione sciistica, Tirolo
Stazione sciistica, Tirolo. Encarta
Ricerca personalizzata