Fotografie - Viaggi - Infos

Ceramica


Yi Bingshou: ideogrammi
Yi Bingshou: ideogrammi

Gli ultimi anni della dinastia Ming furono segnati da una grave precarietà politica interna. Tale situazione di debolezza venne sfruttata dalla confinante popolazione Manciù, che prese il potere nel 1644. Desiderosi di assimilare le tradizioni delle precedenti dinastie, i Manciù accolsero ogni aspetto della cultura cinese.

La corte continuò a sostenere la reale accademia di pittura, anche se la maggior parte delle opere ivi prodotte si limitava a una buona imitazione degli stili Sung. Sotto la dinastia Ching emersero due distinte scuole wen-jen hua: un gruppo di artisti che si ispirava ai maestri del periodo Yuan, e i cosiddetti “individualisti”, che praticavano una forma di pittura libera e spontanea.

Facevano parte di questi secondi il monaco buddhista Kun Can, autore di opere che ricordavano i dipinti Zen del periodo Sung meridionale, e Shi Tao, noto per il particolare cromatismo delle sue opere, arricchito di tocchi di inchiostro blu o rosa.

Nel campo delle arti decorative il periodo Ching fu caratterizzato da un notevole virtuosismo tecnico, più che da innovazione estetica.

Fu perfezionato il processo della smaltatura e messa a punto una gamma di nuovi colori per l’invetriatura monocroma della porcellana. Nel XVII e XVIII secolo i pezzi migliori venivano prodotti per i mercati europei. Quando anche in Occidente si iniziò a produrre porcellana bianca e blu o smaltata, la qualità delle ceramiche cinesi cominciò a declinare. Le opere migliori furono allora realizzate da artigiani di provincia, che non si mettevano in competizione con le manifatture imperiali, riuscendo a creare pregevoli oggetti per i committenti locali.

Arti decorative


Nella lavorazione dei metalli, nelle lacche e nelle giade intagliate Ching vennero riproposti gli stili ornamentali dell’epoca Ming. Una delle innovazioni più importanti fu il perfezionamento dell’incisione sul vetro soffiato. Crebbe anche la richiesta di mobili in legno, decorati a lacca e talvolta dorati, sia presso la corte imperiale sia tra ricchi funzionari e mercanti.

Architettura


Molte tradizioni Ming perdurarono anche in campo architettonico, in primo luogo la preferenza per strutture basse e massicce, sviluppate in larghezza con sequenze di ampie sale. Nei templi Ching, tuttavia, al contrario dell’uso Ming che prevedeva la presenza di decorazioni policrome in legno (retaggio dell’epoca Sung), prevale uno stile spoglio che enfatizza l’imponenza e la simmetria. I vari esempi di architettura Ching visibili a Pechino sono caratterizzati da tetti dorati, dettagli dipinti in rosso e scalinate in marmo bianco. "Francia," Origine : Emmanuel Buchot e Encarta.

Foto di Paese americano a visitare

Foto Stati Uniti

Foto Stati Uniti

Foto Informazioni

Foto dei paesi europei da visitare

Immagini Turchia

Turchia

Foto Informazioni

Austria

Austria

Foto Informazioni

Foto di Polonia

Foto di Polonia

Foto Informazioni

Repubblica Ceca

Repubblica Ceca

Foto Informazioni

immagini Ungheria

immagini Ungheria

Foto Informazioni

immagini Spagna

Immagini Spagna

Foto Informazioni

Immagini della Scozia

Immagini Scozia

Foto Informazioni

Foto di Croazia

Croazia

Foto Informazioni

Foto Germania

Foto Germania

Foto Informazioni

Foto di Portogallo

Portogallo

Foto Informazioni

Immagini di Italia

Immagini di Italia

Foto Informazioni

Immagini d'Europa

Immagini d'Europa

Foto Informazioni

Immagini di Grecia

Foto di Grecia

Foto Informazioni

Immagini dell'Inghilterra

Inghilterra

Foto Informazioni

Foto di Svezia

Foto di Svezia

Foto Informazioni

Immagini Olanda

Immagini Olanda

Foto Informazioni

Immagini di Francia

Immagini di Francia

Foto Informazioni

Immagini dalla Slovenia

Foto dalla Slovenia

Foto Informazioni

Immagini della Danimarca

Danimarca

Foto Informazioni

Immagini di Iceland

Immagini di Iceland

Foto Informazioni

informazioni Sito web